Senza corrente l’ascensore per il bimbo disabile

L'ascensore non funziona: il sindaco di Sori, Luigi Castagnola, si scaglia contro l'Enel che non ha ancora reso disponibile l’energia elettrica.
L'impianto è stato realizzato per permettere a un piccolo disabile di raggiungere la sua aula, ma è inutilizzabile.
«Siamo disposti a presentare un esposto alla magistratura, se l'Enel non dovesse erogare in tempi brevi l’energia elettrica necessaria al funzionamento dell’ascensore che collega via Solimano a via Priarugia» dice il sindaco. Un suo piccolo, un bambino disabile, per il quale è stato realizzato l'ascensore, viene ancora condotto a scuola, con grandi sacrifici, tra le braccia del papà. Via Priarugia - dove abita la famiglia del bambino - si inerpica nella parte alta di Sori, è una strada stretta, solo pedonale: impossibile percorrerla in auto. L'ascensore è pronto dal giugno scorso, costruito nell'ambito di una permuta di spazi pubblici, nella quale il Comune ha ottenuto gratuitamente l'impianto in via Solimano, che è di proprietà e gestione comunale. L'ascensore era stato realizzato proprio per rendere più semplice la vita ai genitori del piccolo - che ora frequenta la terza elementare - e permettere che con più comodità fosse condotto a scuola. Tutti pensavano che con l'inizio dell'anno scolastico l'Enel facesse la sua parte. Così non è stato. All’ennesimo ritardo da parte della società, il sindaco sta valutando un denuncia alla magistratura.