Senza i due ex, ecco Bonazzoli

La classe operaia va in paradiso? Senza i fuoriclasse Cassano e Montella, sarà una Sampdoria più «pratica» quella che scenderà sabato a Roma per chiudere il 2007 blucerchiato, contro i giallorossi di Spalletti.
Privo dell'apporto dei due ex campioni che hanno fatto le fortune romaniste, Mazzarri punterà sul rientro di Bonazzoli dal primo minuto per cercare di creare qualche ansia alla difesa avversaria, con Bellucci al suo fianco e il rientro di Sammarco che sta recuperando dall'infortunio alla spalla e dovrebbe prendere il posto di Franceschini dietro alle due punte. Per il resto sarà confermata la Samp che ha brillato nella gara interna contro la Fiorentina, con Gastaldello ancora confermato nel reparto difensivo dopo il gol di domenica scorsa e galvanizzato dalla prestazione: «Contento per il gol, ma preferivo la vittoria - racconta Gastaldello al sito della società-. Stiamo crescendo in gioco e perosonalità e questa è la cosa importante. Ora è il momento di cominciare a cercare punti in trasferta».
E il riferimento di Gastaldello è proprio all'imminente sfida contro i giallorossi: «Basta vedere la loro posizione di classifica e i giocatori nella rosa della Roma per rendersi conto del divario tecnico- ammette -. Ma noi andremo in campo con la determinazione giusta e dando il tutto per tutto. Poi vedremo cosa succederà». Sulla Samp peserà, probabilmente anche dal punto di vista psicologico, l'assenza di Antonio Cassano che prometteva fuochi d'artificio per questa partita all'«Olimpico»: «È uno che sa cambiare da solo l'esito di una partita, uno che per la Samp è fondamentale. Cercheremo di sopperire anche alla sua assenza». L'infermeria blucerchiata conta i soli Delvecchio e Montella con Sammarco in via di guarigione.