"Senza l’accesso al server col pc si poteva solo giocare"

«La scelta dei nomi non ha seguito alcun criterio perché sono rimasti in servizio personaggi con maggiore o uguale anzianità di servizio e anagrafica, anche con provvedimenti disciplinari a carico. Già da tempo era in atto una campagna terroristica (si parlava di vari elenchi, il primo in particolare riguardava gli “indesiderati”). I nomi sono stati forniti solo da alcuni capi ufficio in conformità a simpatie, senza nessuna direttiva, solo sulla loro discrezionalità. I posti «liberati» vengono rimpinguati con eguale personale di nessuna esperienza di settore. Al personale è stato così inibito l’accesso al server, in pratica con il computer si poteva solo giocare».