Senza padroni, relativista quindi cristiano

Dario Antiseri è uno dei più noti filosofi liberali italiani. Laureatosi in filosofia nel 1963 all’Università di Perugia, ha poi proseguito i suoi studi presso varie università europee sui temi legati alla logica e alla filosofia del linguaggio.

Divenuto libero docente nel 1968 ha iniziato la sua carriera universitaria alla Sapienza di Roma per poi passare all’Università di Siena. Dal 1975 al 1986 è stato ordinario di Filosofia del linguaggio a Padova mentre, dal 1986, ha assunto la cattedra di Metodologia delle scienze sociali alla Luiss di Roma. Nel febbraio del 2002 è stato insignito, assieme a Giovanni Reale, di una laurea honoris causa dall’Università di Mosca. Tra i suoi libri più importanti ricordiamo: Liberali. Quelli veri e quelli falsi (Rubbettino) e Trattato di metodologia delle scienze sociali (Utet). È inoltre autore di numerosi testi di divulgazione filosofica.