Senza paragone Così le altre città hanno saputo accendere il Natale

«È Natale anche a Genova?» si domanda perplessa la nostra lettrice Silvia Morello, dopo aver visto (e molto apprezzato) l’atmosfera festosa, le luci e i colori che altre città italiane e straniere dedicano alla rievocazione della Natività. «Quella lì, in alto, ad esempio, è un’immagine del Natale in Alsazia. Loro sì che ci sanno fare - sospira Silvia Morello -. Là il Natale si respira, si vede, è tutto un luccichio di colori. Alle finestre delle case, già di per sé bellissime, spuntano, tra strisce di rami di abete, orsacchiotti, coniglietti, pacchetti, tra mille luminarie. Ma non occorre andare così lontano» aggiunge subito Silvia. Che infatti propone altre due foto, questa volta di Torino: anche lì, luci, colori, allegria. Il paragone con Genova è sconfortante: «Ci rendiamo conto - conclude la nostra lettrice - della tristezza che ci avvolge qui da noi. Niente luminarie, solo quel triste albero in piazza De Ferrari. Eppure la crisi c’è dappertutto. Ma solo a Genova non è Natale».