Sepolto vivo in spiaggia. 17enne californiano rischia la morte

Scava una buca troppo profonda in spiaggia e si ritrova sepolto vivo dalla sabbia. Momenti di panico per il 17enne Matt Mina, salvato dal soffocamento dalla prontezza di riflessi degli altri bagnanti<em> /</em><strong><em> <a href="http://www.ilgiornale.it/video/17enne_sepolto_vivo_spiaggia_rischia_mort... target="_blank" title="Guarda il video del salvataggio">Guarda il video</a></em></strong>

ORANGE - Si ritrova sepolto dalla sabbia e rischia di morire soffocato.  Illeso lo sfortunato protagonista della vicenda.

E' successo a Orange, località balneare californiana. Il protagonista, il diciassettenne Matt Mina, stava scavando una buca nella sabbia, forse un po' troppo profonda, quando le pareti della fossa improvvisato gli sono crollate addosso, intrappolandolo sotto più di due metri di sabbia compatta. A rischio di soffocamento, il ragazzo è stato salvato dalla prontezza di riflessi dei bagnanti, intervenuti in suo soccorso e dal cugino, accortosi subito della sua mancanza. "Stavo giocando a bocce e sapevo che Matt stava scavando una buca.", ha dichiarato. "Sono andato a cercarlo per dirgli una cosa e non ho più visto nè lui nè la buca che stava scavando. Ho subito capito quello che doveva essere successo".

"Ho pensato di morire", ha commentato Matt, visibilmente scosso dall'accaduto. "Non pensavo che qualcuno sarebbe venuto a salvarmi". Estratto in fretta e furia dalla buca, il ragazzo non ha riportato lesioni particolari e se l'è cavata con un grosso spavento. A salvarlo la bolla d'aria creatasi nella buca e il fatto di avere perso i sensi quasi immediatamente.