Sequestrata Sibari, discarica vicina agli scavi archeologici

Una discarica abusiva a due passi dagli scavi archeologici dell’antica Sybaris è stata individuata e sequestrata dalla Guardia di Finanza. Gli uomini della Compagnia di Sibari (Cosenza) hanno posto i sigilli a un’area di oltre duemila metri quadrati, dove erano ammassati cumuli di rifiuti speciali. I finanzieri hanno denunciato L. C., 46enne titolare di una società operante nel settore della coltivazione di fiori. Sulla costa tirrenica un analogo risultato è giunto dalla Compagnia di Paola, che ha individuato un’altra discarica abusiva di mille metri quadrati.