Sequestrati 5mila oggetti falsi e «nocivi»

Nonostante manchino quasi due mesi, un coreano di 50 anni stava cercando di non farsi trovare impreparato all'arrivo delle festività natalizie. L'uomo stava, infatti, stipando in un capannone di sua proprietà a Segrate migliaia di articoli di bigiotteria e giocattoli delle migliori marche per poi rivenderli ai negozianti e agli ambulanti di tutta la provincia di Milano. Peccato che i marchi di fabbricazione apposti su 5.200 spille, bracciali, portatelefonini, orecchini e portachiavi, rinvenuti dalla Guardia di Finanza di Sesto San Giovanni, fossero contraffatti. I militari hanno impiegato ore a togliere dagli imballaggi tutti gli articoli per catalogarli. Sono dovuti arrivare specialisti dalle singole aziende per capire che gli oggetti della Walt Disney, Warner Bros, Hello Kitty stipati nel magazzino erano stati abilmente imitati. Articoli di griffe destinati ai giovanissimi molto simili agli originali, ma, secondo gli investigatori, di scarsa qualità. Tanto che avrebbero potuto creare allergie, nel caso di orecchini e bracciali, e rompersi facilmente. Il coreano, M.K., gestore di una società di articoli da regalo è stato denunciato. I militari stanno ora cercando di capire come la merce illegale sia arrivata nel milanese e quante persone siano coinvolte.
A poche ore di distanza le fiamme gialle hanno fatto irruzione in un negozio a Sesto San Giovanni gestito da A.M., un sessantenne italiano. Nel retrobottega i militari hanno rinvenuto 200 capi d'abbigliamento per giovanissimi della Bikkemberg, Baci&Abbracci e Sweet Years che, sebbene di ottima fattura non originali. Il negoziante è stato denunciato. I 5.400 oggetti sequestrati sono stati messi a disposizione dell'autorità giudiziaria. Con ogni probabilità verranno distrutti negli inceneritori insieme a borse, dvd e giochi per la Playstation che le fiamme gialle e gli agenti della polizia locale di Sesto e Cinisello sequestrano nei mezzanini della metropolitana, nei mercati e nei parcheggi dei centri commerciali.