Sequestro del giornalista Johnston, Hamas arresta il portavoce dei rapitori

Il corrsipondente della Bbc rapito il 12 marzo è tenuto in ostaggio dall'Esercito dell'Islam e Hamas da tempo ne ha chiesto la liberazione. Sale la tensione a Gaza

Gaza City - Il gruppo estremista palestinese Hamas, che dallo scorso 15 giugno ha preso il controllo militare della Striscia di Gaza, ha arrestato il portavoce dell’organizzazione che tiene in ostaggio Alan Johnston, il corrispondente della Bbc rapito lo scorso 12 marzo a Gaza City. Hamas potrebbe quindi ora disporre di una «moneta» di scambio per ottenere la liberazione del giornalista.

Hamas ha già chiesto all’Esercito dell’Islam di liberare Alan Johnston. Ma il gruppo, che aveva strette relazioni con Hamas, vuole come contropartita la liberazione di un religioso estremista legato ad al Qaida, che si trova agli arresti in Gran Bretagna. Il portavoce dell’Esercito dell’Islam, Abu Khatab al Maqdisi, è salito alla ribalta delle cronache lo scorso mese, quando ha annunciato che Johnston sarebbe stato ucciso se Londra non avesse liberato il religioso estremista. Secondo quanto ha riferito il portavoce di Hamas, Sami Abu Zuhri, al Maqdisi è stato arrestato perchè avrebbe cercato di sparare contro un membro delle forze di sicurezza di Hamas.