Serata con Antonio Ballista Faraò in trio alle Scimmie

Franco Fayenz

È ripresa in pieno l’attività dei jazz club. Il Blue Note (via Borsieri 37, ore 21 e 23.30, domenica ore 21) dedica la settimana alla migliore vocalità internazionale. Fino a sabato è di scena la cantante e chitarrista Suzanne Vega con Michael Visceglia al contrabbasso. Vega è da vent’anni al centro della scena americana,.
Si trattiene invece soltanto domenica sera Karin Schmidt, «una voce stupenda donata dalla lirica ad autori contemporanei come Kurt Weill e Leonard Bernstein» e ai migliori compositori di songs come Jerome Kern e George Gershwin, sui quali è imperniato il programma. La cantante bavarese è accompagnata dal suo pianista abituale, Rossano Sportiello, da Roberto Piccolo al contrabbasso e da Massimo Caracca alla batteria.
Il recital è il primo di una nuova iniziativa del Blue Note, che vuole ora confrontarsi anche con i più interessanti musicisti "di confine" o che propongono iniziative crossover. Seguirà infatti anche un concerto del pianista Antonio Ballista (non a caso interprete con Karin Schmidt di un cd dedicato al periodo tedesco di Weill) con il trio Fata Morgana che suona in forme classiche brani di Chick Corea, Pat Metheny e altri.
Alla Salumeria della Musica, via Pasinetti 2, si ascolta jazz martedì 17 e giovedì 19 alle 21.30, rispettivamente con il Thrust dei fratelli Ragonese e con il quartetto di Tino Tracanna.
Giovedì 19 è attivo il Caffè Doria Jazz Club (via Doria 22) che alle 22 ha in programma il Timeless Quartet.
Le Scimmie di via Ascanio Sforza 49 cominciano a celebrare i 25 anni del locale con quattro concerti (ore 22.30): lunedì 16 il Terzano Trio, martedì e mercoledì il trio di Antonio Faraò, giovedì il progetto «Around Cage» di Enrico Intra.