Una serata blues in compagnia di Marcello Rosa

Al Festival di Villa Celimontana, questa sera alle 22.15, «The blues must go on», manifesto del credo jazzistico di Marcello Rosa il cui stile inconfondibile, attinge con profondità e consapevolezza alle radici della cultura sonora afro-americana. In Marcello Rosa, peraltro, non sorprendono frequenti incursioni nella modernità con distensioni creative di grande carattere. Il suono scuro, bluesy, del suo trombone, permeato di una malinconia lieve e feroce insieme, teso fino all’angoscia o allentato in cascate di note perfettamente sotto controllo, è il segno distintivo della sua poetica; un suono ideale per tradurre in musica le sue emozioni ed esigenze espressive. Con lui, Fabrizio Bosso (tromba); Max Jonata (sax tenore); Paolo Tombolasi (piano); Massimo Morioni (contrabbasso) e Mimmo Cafiero (batteria). Venerdì, invece, dopo la stagione dello swing, costellata da eccellenti collaborazioni e le riletture dei classici della canzone italiana, sarà in scena Francesca Sortino che con il nuovo «Poplicity» mette in luce le sfumature «black and white» della sua tavolozza timbrica, la voglia di giocare con gli aspetti più comunicativi del cosiddetto nu-jazz. «Poplicity» è un progetto che fa affiorare nuovi elementi espressivi della musicista romana, questa volta anche in veste di autrice.