Serata di gala a Milano in onore della Stella

Piero Evangelisti

da Monaco di Baviera

Storia e attualità si intrecciano nel debutto della Classe E di Mercedes-Benz, festeggiato lo scorso week-end anche in Italia. Cifre che impressionano, a cominciare dai 14 milioni di pezzi contraddistinti dalla lettera «E» prodotti in 60 anni con la stella sul cofano, per poi passare al milione di pezzi della penultima generazione, lanciata 4 anni fa, fino ai 30mila ordini accumulati per la Class E New Generation in Europa, a scatola chiusa, da automobilisti che si sono fidati di impressioni di guida riportate dai media e storicamente avvinti all’affidabilità del marchio. Il rinnovamento della Classe E arriva con un po' di anticipo rispetto agli «standard Mercedes», che prevedono il rinnovamento di una classe ogni sette anni. Poche, di dettaglio, anche se percepibili allo sguardo attento dell’appassionato, le modifiche estetiche a un design peraltro molto moderno e coerente con lo stile di Stoccarda. Più consistenti gli interventi di carattere tecnico, sia sull’elettronica di insieme, sia sui propulsori, con l’introduzione di 6 nuove motorizzazioni, benzina e diesel: sette, complessivamente, sono le versioni a Ciclo Otto, otto quelle a gasolio, senza dimenticare la E 200 NGT Bi-Power.
Cresce, per quanto sia possibile al volante di una Classe E, il piacere di guida, soprattutto con le versioni diesel, tra le quali spicca, nel rapporto qualità-prezzo, la E 280 CDI, V6, da 190 cv; per raggiungere l’eccellenza si passa alla 320 CDI da 224 cv, e se vogliamo davvero il massimo c’è la Classe E 420 CDI, equipaggiata di un poderoso V8 da 314 cv di potenza massima. Per gli estimatori dell’alimentazione a benzina, i motori proposti vanno da 231 a 514 cv, quelli riservati alla colossale E 63 AMG, proposta a un prezzo di oltre 102mila euro. Mettiamo da parte il «top» e proviamo ad addentrarci nello sterminato listino delle nuove Classe E Berlina. La prima positiva scoperta è che il sistema di sicurezza PRE-SAFE, pluripremiato in questi anni, diventa di serie su tutte le versioni, accrescendo la sicurezza «New Generation». Quattro sono gli allestimenti: Classic, Elegance, Avantgarde e Avantgarde Sport, da combinare con le tante motorizzazioni, per un’offerta che comprende, complessivamente, 51 possibilità tra le quali trovare la «E» più consona alle proprie esigenze. Conseguente è la gamma dei prezzi, raccolti in un listino (e stiamo parlando soltanto della Berlina, si andrà al raddoppio dei modelli con la SW) che si apre con i 39.540 euro della E 200 CDI Classic, per raggiungere, nell'ambito del Diesel, i 71.500 euro della E 420 CDI V8. Per le versioni a benzina si va dai 41.240 euro della E 200 Kompressor TPS, agli oltre 100mila euro della già citata AMG E 63. Per verificare la straordinaria affidabilità delle nuove Classe E, Mercedes ha preparato un raid da Parigi a Pechino dedicato ai clienti; partirà il 21 di ottobre e coprirà 13mila chilometri.