Serata non stop per il finale di Ascona Festival

Andrea Indini

Chiudono oggi in gran stile i concerti di Ascona della ventunesima edizione del New Orleans Jazz Festival. Da Niki Haris a Freddy Cole a Carlo Bagnoli, una non stop di grandi artisti e di un sound che trova compromessi tra il blues e il jazz.
Il Palco Torre (ore 21), il «salotto buono» del festival, un’imponente e affascinante tenda dalle pareti trasparenti, ospita un evento eccezionale, un concerto unico di cui sarà protagonista un’importante formazione svizzera, la Swiss Jazz Orchestra.
Nata a Berna nel 2003 e composta da promettenti giovani, l’assemble attinge i suoi membri dal sempre più importante vivaio di musicisti costituito dai docenti delle scuole jazz elvetiche, a riprova dell’alto livello dell’insegnamento musicale raggiunto in questo paese. L’orchestra, che sarà diretta per l’occasione da Pepe Lienhard, ospiterà come special guest Harry Allen, Red Holloway e John Allred. Il Dannemann Music Lounge (ore 18) ospiterà, invece, uno dei personaggi storici del jazz italiano, Carlo Bagnoli. Considerato uno dei baritono-sassofonisti migliori, Bagnoli ha portato, a partire dal 1951, la sua band in giro per tutto il mondo. Sullo stesso palco, attesissima anche l’esibizione dei Just another band(ore 20). Diretta dai fratelli Kevin & Roy Bennett, J.a.b. è un’ironica maniera per riproporre e rivisitare nel jazz tutta la musica nera, dal rythm and blues al soul passando per il funk.
Al Delta Beach Lounge (ore 18) un duetto già collaudato. Uniti in un’unica e affiatata formazione, il pianista e cantante, jam-man per eccellenza, David Paquette e l’ottimo clarinettista e apprezzato giornalista Tommy Sancton, si proporranno in performance all’insegna del jazz di qualità e alle atmosfere soffuse ed eleganti dei migliori jazz-club. Alle 18.30, ospite dell’Hotel Giardino, tornerà per la seconda volta ad Ascona Niki Haris, l’incantevole cantante che grazie alle sue notevoli doti canore e alla sua simpatia ha affascinato pubblico e critica. Allo Stage Lago (ore 20.30) è attesa la gospel band di Joan Faulkner accompagnata da un ospite d’eccezione: Linda Hopkins, grande stella del blues mondiale. Joan Faulkner, formidabile vocalist e intrattenitrice di platee, molto famosa in Germania, ha avuto l’occasione di collaborare con grandi nomi della musica mondiale quali Ray Charles, Al Jerreau e Boney-M e anche la stessa Hopkins, sui palchi di Broadway nello show Black and Blue.
Il biglietto della serata costa 10 franchi svizzeri (circa 8 euro) e può essere acquistato alle quattro entrate della festa. Non è prevista prevendita di singoli concerti, entrati dentro l’area delimitata si potrà assistere a tutti i live in scaletta, in piedi o seduti. Per eventuali informazioni è possibile rivolgersi all’Ente turistico Lago Maggiore (0041-091-7910091).