Serata tutta genoana dedicata a De André Dessena e Primavera finalmente premiati

Una serata tutta rossoblù dedicata ad un genoano davvero speciale che non è più tra noi. Il genaono è Fabrizio De André e la serata, che vedrà protagonisti la squadra e i dirigenti del Genoa, oltre a Dori Ghezzi, Francesco Baccini e Don Gallo, si terrà a Palazzo Ducale dove è in corso la mostra dedicata al cantautore. Questa sera dalle 20.30, dunque, sarà ricordata la genoanità di Faber nella testimonianza dei suoi diari, insieme a un filmato su De André e sulla storia del Genoa. Presenta il giornalista Pinuccio Brenzini. Ingresso speicale 6 euro, di cui 2 devoluti alla Comunità di San Benedetto al Porto.
Intanto si è sancita la pace con una premiazione ad hoc ieri mattina tra la Sampdoria e la Regione Liguria dopo le polemiche scoppiate a dicembre per il mancato riconoscimento dell’olimpionico della squadra blucerchiata Daniele Dessena nel corso della manifestazione lo «Sportivo ligure dell’anno». Tra gli atleti reduci da Pechino erano stati invitati due calciatori del Genoa, Mimmo Criscito e Salvatore Bocchetti, e non il centrocampista della Samp. Vicenda che fece andare su tutte le furie l’ad della squadra blucerchiata Beppe Marotta (assente alla cerimonia così come Dessena). Ieri c’erano il presidente della Samp Riccardo Garrone, una delegazione della Primavera (premiata per aver conquistato il titolo di Campione d’Italia 2007-2008), il presidente della Regione Claudio Burlando e l’assessore Fabio Morchio. «Apprezziamo l’iniziativa della Regione per questo riconoscimento dopo gli straordinari successi di Dessena alle Olimpiadi e delle vittorie della Primavera», ha detto Garrone. Burlando si è detto ancora una volta «dispiaciuto per le polemiche», ha sottolineato quanto sia importante non creare «tensione attorno al calcio» e l’importanza di «estirpare la violenza dallo sport».