Alla serata Zonta sfila la solidarietà

L’importante è fare qualcosa di utile. E se si riesce a farlo divertendosi, ancora meglio. È quello che si dicono dal 1919 tutte le socie dello Zonta, organizzazione mondiale nata negli Usa che vede raggruppate donne qualificate professionalmente ma pronte a impegnarsi nel sociale. Lo Zonta Milano S. Ambrogio, per rispettare mission e tradizioni, ha organizzato una serata speciale per un fine inconsueto. Con la pubblicazione e la vendita del libro «Il muro che unisce racconta», verrà finanziato il restauro di un cortile della clinica pediatrica De Marchi. «Noi donne siamo concrete e miriamo i nostri interventi - ha puntualizzato la presidente dello Zonta S. Ambrogio Elena Federici -, nonostante i nostri interessi troviamo la voglia e la forza di aiutare chi ha bisogno». L’hotel Duomo è stata la cornice della cena per 150 persone e della sfilata della stilista Lidia Cardinale, un nome ormai famoso nel vasto pianeta modaiolo ma soprattutto tra i milanesi vip che l’hanno eletta quale stilista di fiducia per i grandi eventi. In passerella indossatrici d’eccezione: da Anna Maria Gualtieri, a Anna Repellini a Michela Ferrari oltre a diverse figlie di clienti di Lidia Cardinale.