Un serbatoio sabotato: petrolio dentro il Lambro

Un fiume di petrolio, 15.000 metri cubi di oro nero sono fuoriusciti dal serbatoio di una raffineria e finiti nel Lambro. Si ipotizza un atto doloso. Al lavoro i tecnici dell'Arpa per limitare i danni ecologici. <strong><a href="/fotogallery/un_fiume_petrolio_lambro/id=1765-foto=1-slideshow=1">Guarda le foto
</a></strong>

Monza - Un fiume di petrolio nel Lambro. Un serbatoio dell'ex raffineria Lombarda Petroli di Villasanta (Monza) ha avuto una grossa perdita di petrolio nelle prime ore della mattinata. Complice la pioggia, i liquami di sversamento sono finiti nel fiume Lambro che scorre poco lontano. Sono al lavoro i tecnici dell’Arpa e di Brianza Acque per cercare di convogliare la perdita nelle condotte del depuratore ed evitar un ulteriore inquinamento del fiume.

15.000 metri cubi di gasolio È il risultato di un atto doloso lo sversamento di almeno 15.000 metri cubi di gasolio e petrolio combustibile che si è verificato questa mattina nei depositi della raffineria Lombarda Petroli di Villasanta vicino a Monza. Sul posto sono intervenuti i carabinieri, i Vigili del Fuoco e il Corpo Forestale dello Stato per una prima valutazione dei danni ambientali. Una parte del liquido fuoriuscito dai serbatoi ha comunque già inquinato il fiume Lambro. La raffineria è in realtà un impianto abbandonato in attesa di riqualificazione con i serbatoi ancora pieni di petrolio e gasolio.