Serbi battuti Croazia in finale con l’Ungheria

Melbourne. Finale a sorpresa nella pallanuoto maschile. Non per la presenza dell’Ungheria, ovviamente, quanto per quella della Croazia di Ratko Rudic che in semifinale si è imposta per 10-7 sui cugini della Serbia, campione del mondo in carica, nel derby ex jugoslavo. Non che i croati non abbiano una tradizione sufficiente per aspirare alla finale, ma da quando ha ottenuto l’indipendenza da Belgrado la nazionale croata non era mai arrivata sul podio ai mondiali.
Nell’altra semifinale invece l’Ungheria ha vinto una vera e propria battaglia con la Spagna conclusa dopo due tempi supplementari sul punteggio di 12-11. L’Italia invece, dopo aver battuto la Germania 6-5, giocherà la finale per il quinto posto con la Grecia. E si consola ringraziando i croati: con la conquista della finale la squadra di Rudic si è infatti automaticamente qualificata per i Giochi di Pechino e cederà proprio all’Italia l’organizzazione del torneo di qualificazione olimpica che doveva ospitare a Spalato.
Oggi infine finale femminile tra Australia e Usa.