Seregno, studente muore di meningite

Il ragazzo di 19 anni si è sentito male in discoteca

Morto a diciannove anni, per meningite. I dottori degli ospedali di Carate Brianza e Legnano, sono al lavoro per capire dove può aver contratto la malattia, che lo ha portato al decesso. Seppure, in un primo momento i medici avevano escluso si trattasse di un caso di meningite, l’autopsia non ha poi lasciato scampo ai dubbi. Gli esperti dell’Azienda Ospedaliera di Monza in via precauzionale hanno stabilito di praticare la profilassi antibiotica a tutte le persone che sono state a contatto col giovane. Lo studente, Fabrizio Cesana, viveva a Seregno con i genitori ed una sorella e frequentava il primo anno all’università statale di Milano per laurearsi alla facoltà di beni culturali. L’altra sera esce per trascorrere una serata con gli amici: va in discoteca. I ragazzi, si divertono, la vittima non accusa alcun malessere. Rientra a casa: nulla lascia presagire che la vita lo sta abbandonando per sempre. Solo intorno alle cinque del mattino gli sale qualche linea di febbre: sembrano i sintomi dell’influenza che in questi giorni ha messo a letto migliaia di persone. Alle 13.23 in punto lo studente è caricato su una lettiga che vola verso Carate: la temperatura corporea gli è già salita oltre i quaranta gradi (...)