Il serial killer non si ferma Uccise altre due prostitute

Erica Orsini

da Londra

Migliaia di chiamate, a getto continuo. La caccia allo «squartatore di Ipswich» come qualcuno l’ha già ribattezzato, ha subito un’impennata frenetica ieri dopo la taglia record promessa dal settimanale News of the World. Ben 250mila sterline (375mila euro) sono state infatti offerte dal tabloid inglese a chi permetta di catturare il serial killer che in una decina di giorni ha già ucciso cinque donne, tutte prostitute tossicomani. Nel giro di poche ore la polizia e il giornale avevano ricevuto oltre 2.000 chiamate da parte di persone che ritenevano di avere informazioni utili. Secondo il criminologo David Wilson, il serial killer potrebbe avere tra i 25 e i 49 anni e conoscerebbe molto bene la zona di Ipswich, dove forse lavora. Ma non è per forza una persona del posto.
«Ci auguriamo che la ricompensa possa essere d’aiuto nella risoluzione di un caso che sta scioccando la nazione – ha dichiarato ieri un portavoce di News of the World –. Se avete notizie su questi crimini contattate urgentemente le autorità o se preferite lo stesso giornale». Di solito le interferenze dei media non sono particolarmente ben viste dalla polizia, ma stavolta è diverso. Il piccolo dipartimento di Ipswich, la cittadina del Suffolk, scelta dal serial killer come teatro d’azione, è stato letteralmente travolto dalla portata del caso. Cinque delitti in 10 giorni. E così anche l’iniziativa di News of the World è stata ben accolta. «Sono grato al giornale per il suo sostegno – ha dichiarato ieri il capo dell’inchiesta, il sovrintendente Steward Gull – ogni iniziativa che possa condurci al responsabile di questi omicidi è la benvenuta».
Gli investigatori temono che l’assassino continui a uccidere. Le foto delle cinque vittime, tutte molto giovani, occupano le prime pagine dei quotidiani inglesi. I corpi delle ultime due, Paula Clennell, 24 anni e Annette Nicholls, 29, sono stati ritrovati martedì nei pressi di una strada statale. Come al solito le vittime erano nude. Secondo quanto scoperto dagli investigatori sono state assassinate da un’altra parte e poi abbandonate in un luogo dove era facile trovarle. Il maniaco colpisce con una rapidità impressionante e tutto fa pensare che non abbia intenzione di fermarsi a meno che qualcuno non lo blocchi. Qualcuna delle ragazze che lavorava insieme alle vittime ricorda uno strano cliente che diceva di essere un devoto cristiano. Le caricava sulla macchina, ma non richiedeva nessuna prestazione sessuale, insisteva soltanto sulla necessità di «ripulire le strade». Al vaglio della polizia anche la segnalazione, tutta da verificare, secondo cui un uomo con la faccia paffuta sarebbe stato visto nella zona dove lavorano le prostitute su una Bmw; Annette, secondo altre testimonianze, sarebbe stata vista salire proprio su una Bmw blu. Fino a ieri però nessun arresto, nessuna perquisizione, nessuna auto sospetta fermata, i detective ignorano perfino l’esatto luogo del crimine. Sulla vicenda è intervenuto anche il premier Tony Blair che ha assicurato «pieno sostegno» da parte del governo alle indagini». Mentre lo squartatore di Ipswich là fuori, da qualche parte, è in attesa di tornare a colpire.