Seriate Nuova aula di didattica per la chirurgia laparoscopica

«Ciò che trasmettiamo - afferma il professor Novellino - non sono interviste ma operazioni chirurgiche sul campo con immagini in alta definizione. Sono confronti pratici per unire le più avanzate tecniche laparoscopiche. Accanto all'aula didattica è presente anche un'aula di simulazione dove nove giovani chirurghi potranno affinare le pratiche interventistiche». A 20 anni dalla nascita della chirurgia laparoscopica in Italia, il professor Lorenzo Novellino, rappresenta un vero punto di riferimento. L'Azienda ospedaliera Bolognini di Seriate (Bg), dove lui opera, lo festeggia inaugurando un'aula didattica che permetterà la videocomunicazione-trasmissione di interventi chirurgici in collegamento con le sale operatorie di molti centri di eccellenza chirurgica in tutta Italia. Presente all'evento anche il professor Giorgio Palazzini, dell'università La Sapienza di Roma, pioniere con Novellino della chirurgia laparoscopica e coordinatore della rete on line tra chirurgie. Oggi con la chirurgia laparoscopica si potrebbero eseguire il 50% degli interventi e non solo il 15% come avviene. A Seriate, il team chirurgico guidato da Novellino ha eseguito 24mila interventi e di questi oltre il 50% con tecniche mininvasive. In prima mondiale ha eseguito la timectomia massimale per via cervicotomica; è il chirurgo di riferimento della miastenia gravis all'Istituto Besta; ha insegnato a Roma, Milano. La chirurgia mininvasiva non si sostituisce alla chirurgia tradizionale, la integra. Il primo intervento chirurgico in laparoscopia fu eseguito nel 1987 a Lione, da Philippe Mouret.