Serie B Frosinone, che beffa Col Sassuolo vittoria buttata

Il Frosinone torna con un buon punto da Sassuolo e fa un altro passo avanti verso la salvezza. Ma quello che più conforta è la prestazione della squadra che, opposta alla rivelazione del campionato e per giunta in trasferta, ha disputato una delle migliori partite del campionato, dimostrando di essere pronta per lo sprint finale delle ultime quattro gare. E intanto continua a coccolarsi Eder, arrivato al 13° gol in campionato e sempre più vicino alla serie A (in settimana si sono fatte vive per richiederlo Palermo e Sampdoria, ma radio-mercato parla di un forte interessamento sia della Roma che della Lazio).
A Sassuolo il Frosinone si presenta con il solito 4-4-2 e mette subito in difficoltà la squadra di Mandorlini. Al 5’ e al 6’ Eder colpisce bene, ma in entrambe le occasioni la palla finisce fuori di un niente. Al 7’, su angolo di Cariello, Bocchetti salta bene ma il pallone si stampa sulla traversa. Al 13’ il meritato gol del vantaggio: su cross di Scarlato il portiere emiliano Bressan è incerto nell’uscita, Eder arriva come un falco e insacca, festeggiando poi sotto la curva dei duecento tifosi arrivati dalla Ciociaria. Il Frosinone continua a giocare bene, Diogo Tavares (per lui si parla invece di un trasferimento all’Atalanta) non sbaglia un pallone e mette immancabilmente in ambasce la difesa del Sassuolo. Al 27’ il portoghese fa velo per l’inserimento di Antonazzo, che spara forte dal limite ma di poco fuori. Al 42’ è ancora Eder a provarci: calcio di punizione dai 25 metri, solito destro fortissimo ma stavolta Bressan c’è e riesce a respingere.
Il secondo tempo inizia con un quarto d’ora di ritardo per l’infortunio a uno degli assistenti. Il Frosinone sembra poter controllare e pungere, beneficiando dal 60’ anche dell’uomo in più per l’espulsione di Girelli. Al 68’ Eder se ne va da solo e con ul tiro liftato accarezza il palo più lontano. Tre minuti dopo il Sassuolo coglie l’inaspettato pareggio: Zampagna lasciato troppo libero pennella un cross che Novelli schiaccia bene di testa alle spalle dell’incolpevole Sicignano. Il Frosinone non si rassegna e cerca di tornare avanti con un bolide di Antonazzo al 74’ deviato prodigiosamente da Bressan e con due azioni personali di Eder, applaudite anche dallo sportivissimo pubblico di Modena. In particolare al 94’ l’attaccante fa tutto bene, si incunea in area e Bressan esce a valanga, riuscendo a sradicargli il pallone proprio sul triplice fischio dell’ottimo arbitro Russo di Nola.
Sabato prossimo al Matusa arriva l’Albinoleffe, squadra ostica ma non impossibile per questo Frosinone, anche se tra i canarini mancheranno sicuramente Eder e Scarlato, entrambi in diffida e ammoniti ieri.