Serie C, la Ciociaria piange Ridono Lodigiani e Viterbo

Il Frosinone deve rinviare il sogno di approdare in serie B, mentre il Sora retrocede in serie C2, la Cisco Lodigiani continua a sperare nella promozione in serie C1 e il Viterbo è salvo. Sono questi i responsi per le quattro squadre laziali impegnati ieri nel ritorno del primo turno di play-off e play-out di serie C. Un responso che è definitivo per Frosinone, Sora e Viterbo. Solo la stagione della Cisco Lodigiani avrà una decisiva coda.
Partiamo dal Frosinone, che l’anno prossimo militerà ancora in serie C1, essendo stata eliminata dal Mantova nel doppio confronto, mentre i lombardi si giocheranno il posto in serie B contro il Pavia. In realtà i gialloblù ciociari avevano pesantemente compromesso le proprie chance già all’andata, giocata in casa domenica scorsa: i canarini avevano perso 2-4 e ieri avrebbero dovuto sperare solo in un miracolo, vale a dire una vittoria con tre gol di scarto a Mantova. Impresa che non è stata nemmeno sfiorata. Il Frosinone è stato sconfitto 1-0 anche in Lombardia (gol di Poggi al 71’). Per la squadra di Pagliari l’obiettivo a questo punto è riprovarci l’anno prossimo.
La giornata nera della Ciociaria ha riguardato anche il Sora che nel ritorno del play-out del girone B di serie C1 è stato sconfitto in casa per 1-3 dal Giulianova, che aveva già vinto per 1-0 all’andata in Abruzzo, ed è stato retrocesso in serie C2. Per il Sora la partita si è subito messa male: alla fine del primo tempo era già sotto di due gol (doppietta di Ranalli al 16’ e 34’). Poi il terzo gol del Giulianova con Felci all’81’ e la rete della bandiera del Sora con Magliocco all’86’.
Sorridono invece in serie C2 Cisco Lodigiani e Viterbo. I romani ieri al Flaminio sono riusciti nell’impresa di ribaltare il risultato dell’andata (sconfitta per 1-2), battendo 2-0 il San Marino. Ora la Cisco Lodigiani se la vedrà con il Ravenna per l’unico posto in serie C1: andata domenica 12 giugno a Roma, ritorno il 19 in Romagna. Il Viterbo da parte sua ha battuto 1-0 in trasferta il Tolentino. Un risultato che, sommato al rasserenante 3-0 della domenica scorsa, permette ai gialloblù viterbesi di festeggiare la permanenza nel calcio professionistico.