In serie D liguri alla carica con le «vecchie glorie»

Nel segno delle vecchie glorie. La serie D che ha aperto i battenti domenica scorsa si scopre piena di «antichi» talenti del calcio italiano. Giocatori che hanno fatto la loro parte in serie A e B, magari anche su ottimi livelli e che, sull’età della pensione, cercano di divertirsi ancora andando a dare il loro contributo nelle serie minori. Come non ricordare la Sestrese dell’era Gazzo che annoverò nella sua rosa giocatori come Ivano e Dario Bonetti, Stefano Colantuono, Gennaro Ruotolo, Vincenzo Torrente e Fausto Salsano. Una squadra che fece sognare la tifoseria verdestellata sfiorando per un paio di volte la promozione in serie C2.
In questa stagione sembra che le cose stiano tornando come in quegli anni, con presidenti alla ricerca di un «vip» per scuotere la tifoseria, dare qualità alla squadra e creare anche una visibilità maggiore alla propria società in momenti in cui il calcio, soprattutto quello minore, non attraversa momenti di gloria.
Tra le liguri del girone A del campionato nazionale dilettanti, nel Savona milita l’ex difensore di Cesena e Cagliari Gian Battista Scucugia, lo scorso anno in C1 nella Sangiovannese, mentre lo Spezia si è attrezzato con Pietro Fusco che ha militato nella difese di Napoli ed Empoli. Chi ha fatto il pieno di nomi da urlo è la Novese. La squadra del basso Piemonte parte con un tecnico d’esperienza come l’ex di Genoa e Cremonese Claudio Maselli e in rosa conta l’ex rossoblu di Rossiglione Luca Cavallo, il bomber e trascinatore dello Spezia di Antonio Soda Igor Zaniolo e Massimo Minetti, genovese passato dal Grifone che ha toccato la serie A due stagioni fa con la maglia del Messina. Ma il colpo a sensazione lo ha fatto un’altra squadra piemontese, il Derthona, che è riuscito a tesserare all’età di 35 anni Luis «Lulù» Oliveira, bomber di razza con le maglie di Cagliari, Fiorentina, Como e Catania prima della parentesi Venezia (rimane famoso a Genova il secondo gol dei lagunari in Genoa- Venezia del 2005). Proprio lui domenica ha fatto vedere il suo talento portando la sua squadra alla vittoria nell’esordio contro il Ciriè. Tornando in Liguria ha fatto il pieno anche il Sestri Levante che in attacco può vantare la punta Daniele Bellotto (36 anni) bomber in B con le maglie di Salernitana, Pistoiese e Treviso. Come partner avrà Matteo Siligato, 22 anni, cresciuto nel Genoa. Mister Adriano Buffoni (una carriera tra B e C1) avrà a disposizione anche il 36enne Paolo Annoni ex di Genoa, Bari e Como. Vedremo se tra le tante glorie qualcuna riuscirà a trascinare una ligure tra i professionisti.