Per «Serie A» le perle sono tutte blucerchiate

Ci hanno tolto Novantesimo Minuto, oggi nella sigla leggiamo «Serie A, il grande calcio», domani potremmo chiamarla così: ci sono «I Bellissimi» blucerchiati. Perché su Canale 5 c’è ormai un’abitudine appena ti sintonizzi. Quando bisogna scegliere il gol dei gol, quelli della Samp si prendono sempre (o quasi) la statuetta degli Oscar. Pezzi d’autore, capolavori, roba da prima visione. Sul piccolo schermo, il gol blucerchiato è apprezzato e invidiato. Andiamo a rivederli. Seconda puntata di Serie A, c’è ancora Paolo Bonolis. Sul podio più alto ci finisce Emiliano Bonazzoli per la rete alla Reggina, prodezze così le faceva solo un certo Marco Van Basten. Bonolis si sbaglia, Bonazzoli diventa Bazzani ed è uno spasso per quelli della Gialappa’s che si divertono come matti. Prima nomination. E nel servizio sulla partita sottolineano cento volte le perle di Sergio Volpi e Andrea Gasbarroni. Non solo, cambiano i conduttori ma la Samp è ancora quella che fa gol stupendi.
Prima puntata dell’era Mentana, i blucerchiati vincono con la Lazio. Diana ci mette il piede nel momento giusto. Tempismo, tecnica e precisione. C’è tutto nel pacco regalo ai biancocelesti. E così vedi ancora la Samp che ritira il premio per la rete più bella della giornata. Quelli blucerchiati sono come diamanti. E brilla ancora l’ultimo della lista. La squadra di Novellino mette le cose a posto con Borriello, ma non può bastare. Allora Flachi prende il pallone sulla sinistra, ne dribbla uno. Controlla e poi scarica laggiù, dove Berti può arrivare soltanto con lo sguardo. La rete di Flachi è da mille e una notte per la trasmissione di Mentana, ancora il primo posto. E sono tre. Sarà pure Serie A, il grande calcio. Allunghiamo il titolo, ci sono pure «I Bellissimi» blucerchiati.