Al via la serie A più «popolosa» della storia: 25 milioni di tifosi coinvolti

Record assoluto per un campionato a girone unico e a 20 squadre: Lombardia ed Emilia Romagna le regioni più rappresentate con tre club ciascuna, restano sei i derby in calendario tra andata e ritorno

Meno quattro alla serie A 2010-2011. E il campionato di calcio parte già con un primato, quello del maggior numero di abitanti per provincia coinvolti. Secondo l'analisi contenuta nella ricerca di StageUp - Sport&Leisure Business, infatti, il massimo torneo italiani quest'anno coinvolge 17 comuni e altrettante province delle 20 società partecipanti per un totale di 25,1 milioni di popolazione residente (+3,7% rispetto al 2009/2010).
Si tratta di un dato mai riscontrato nella storia del campionato, in particolare dalla stagione 2004/2005, quella cioè del ritorno al girone unico a 20 squadre. Il 2010/2011 è la sesta stagione di crescita in tal senso. Considerando i soli comuni, la popolazione residente coinvolta è di 9,6 milioni, lo 0,5 per cento in più rispetto alla stagione passata.
Lombardia e Emilia-Romagna guidano le regioni più rappresentate dal pallone. L'analisi evidenzia che le regioni rappresentate sono 12, proprio come la scorsa stagione. Quelle con più club alla partenza sono la Lombardia (Brescia, Inter e Milan), l'Emilia-Romagna (Bologna, Cesena e Parma). Lazio, Liguria, Puglia e Sicilia hanno due squadre a testa mentre Campania, Friuli Venezia Giulia, Veneto, Piemonte, Sardegna e Toscana vantano una sola squadra ciascuna.
I derby cittadini invece rimangono tre come nella stagione 2009/2010: sono le classiche stracittadine di Milano, Roma e Genova.