La serietà di governo secondo Prodi

Ricordate quando Prodi affermò che il suo programma era «la serietà al governo»? Ebbene, ora, dopo più di un anno, vediamo in cosa consiste questa cosiddetta serietà. Disse: farò un governo snello, pochi ministri, pochi sottosegretari e invece abbiamo una pletora di ministri e sottoministri mai vista nel dopoguerra. Disse: non aumenterò le tasse, invece abbiamo un aumento della pressione fiscale record in Europa. Disse: meno burocrazia, migliori servizi, al contrario i servizi - basti pensare ai treni - non funzionano affatto. Disse: faremo le liberalizzazioni. Ebbene, tanto per fare un esempio, la benzina ha raggiunto un costo superiore a quello degli altri Paesi europei. Promise lotta alla delinquenza e fa approvare l’indulto; promise un aumento delle pensioni minime e ora annuncia un aumento a decorrere dal 2008 di ben 30 euro mensili. Promise una seria politica estera, ma siamo diventati la nazione meno affidabile. E si potrebbe continuare.