La serratura si blocca: partorisce da sola in casa

Quando i pompieri hanno aperto la porta il piccolo era già nato: pesa 4 chili e sta bene

Silvia Villani

In camera la borsa con i vestiti da portare in ospedale era già pronta ma mamma Angela e papà Angelo non hanno potuto raggiungere in tempo il reparto ostetricia dell'ospedale di Sesto San Giovanni. La gestante era infatti bloccata in casa da una serratura difettosa e il marito, arrivato in tutta fretta dal luogo di lavoro, è stato costretto ad assistere al parto dal pianerottolo di casa. Solo grazie all'intervento dei vigili del fuoco, il papà, i medici e i volontari del 118 hanno potuto entrare nell'appartamento di via Livorno e aiutare la donna. Era però troppo tardi per muoverla e portarla al pronto soccorso. Quattro minuti dopo l'ingresso dei pompieri, Angela, 33 anni, ha infatti dato alla luce Jason, 4 chili e tanta voglia di nascere. Sono da poco passate le 4.40 quando la donna, in casa con il primogenito Joshua, di soli 5 anni e mezzo, avverte forti dolori all'addome. Allora afferra il cellulare lasciato sul comodino e chiama il marito che sta facendo il turno di notte nel deposito mezzi dell'Amsa dove lavora come meccanico. L'uomo corre subito a casa però non può far niente. La porta d'ingresso dell'appartamento è bloccata. Vano ogni tentativo di aprirla. Sente la moglie gridare dal dolore e preoccupato per la sua salute e di quella del piccolo che sta per nascere, decide di chiamare i pompieri. Intanto la donna tenta contemporaneamente di tranquillizzare il primogenito e di ritardare il più possibile la nascita del maschietto. Pochi minuti dopo in via Livorno arrivano i vigili del fuoco, un’autolettiga e un'auto medica. Gli uomini del comando di via Rovani riescono in pochi minuti ad aprire la porta ma la mamma ha praticamente già partorito. I medici fanno appena in tempo a raggiungerla e già si sentono i primi vagiti del piccolo. Tutto bene, nessuna complicazione e un bel sospiro di sollievo.