«Serve un attaccante da dodici gol»

«A noi serve un attaccante che faccia una dozzina di gol, poi tocca all'allenatore dire se è Figueroa o un altro». Rientrato dalle vacanze all'isola d'Elba Enrico Preziosi ieri a Pegli ha fatto il punto con la staff dirigenziale e tecnico mantenendo aperto il dibattito sull'argentino e anzi ha lasciato intendere che «la società è attenta a cosa succede sul mercato». «Siamo tutti in discussione - ha aggiunto - e poi su Figueroa voglio dire che il passato non conta più, conta il presente e il futuro. Lui adesso ha un piccolo credito nei nostri confronti. E' un ottimo giocatore però dobbiamo vedere in che condizioni è». Tutto dunque lascia intendere che la rosa del Genoa in entrata potrebbe registrare novità. Intanto è partito Di Vaio, ceduto al Bologna. «Marco è stato importante per la B - ha dichiarato Preziosi - ci siamo lasciati bene. La sua partenza lascia libero un posto che andremo a riempire e non è detto che lo faremo con un attaccante». Il valzer dei nomi continua, ma su due Preziosi risponde chiaramente. «Borriello al Genoa? Dire che va via dal Milan che ha investito molto su di lui mi sembra una pazzia - ha sottolineato - Crespo? Questi nomi li fate voi e mi fanno sorridere». Sull'obiettivo stagionale poi il presidente rossoblù ha confermato la volontà di voler compiere «un passettino avanti rispetto alla scorso campionato, ma ripetersi di fronte ad altre squadre rinforzate, come Lazio e Palermo, non sarà facile». Intanto sarà Paolo Silvio Mazzoleni di Bergamo l'arbitro di Genoa-Mantova domenica al Ferraris, partita di Coppa Italia per la quale sono già stati venduti oltre 3mila biglietti.