«Serventi disgustoso»

Sull’ultimo sciopero dei giornalisti è polemica tra il segretario della Fnsi Paolo Serventi Longhi da un lato e la redazione del Riformista e il direttore Antonio Polito dall’altro. Oggetto la decisione del quotidiano di essere in edicola nelle giornate di astensione dal lavoro.
Il segretario della Fnsi, in un’intervista pubblicata sull’Unità di ieri, definisce Il Riformista «una cooperativa fondazione finta». «Disgustoso - replica Polito in un editoriale che verrà pubblicato oggi -, sembra il comportamento del capo di un sindacato che non conosce, o disprezza, il dibattito sindacale che sulle sue stesse proposte si svolge nei luoghi di lavoro».