Servillo e Rohrwacher migliori protagonisti

Miglior film: «Gomorra»
Migliore regista: Matteo Garrone, «Gomorra».
Migliore regista esordiente: Gianni Di Gregorio, «Pranzo di ferragosto».
Migliore sceneggiatura: Braucci-Chiti-Di Gregorio-Garrone-Gaudioso-Saviano, «Gomorra».
Migliore produttore: Domenico Procacci, «Gomorra».
Migliore attrice protagonista: Alba Rohrwacher, «Il papà di Giovanna».
Migliore attore protagonista: Tony Servillo, «Il divo».
Migliore attrice non protagonista: Piera Degli Esposti, «Il divo».
Migliore attore non protagonista: Giuseppe Battiston, «Non pensarci».
Migliore direttore della fotografia: Luca Bigazzi, «Il divo».
Migliore musicista: Teho Teardo, «Il divo».
Migliore canzone originale: «Herculaneum», musica di Robert Del Naja, testi di Neil Davidge ed Euan Dickinson, interpretata da Robert Del Naja e Neil Davidge.
Migliore scenografo: Francesco Frigeri, «I demoni di San Pietroburgo».
Migliore costumista: Elisabetta Montaldo, «I demoni di San Pietroburgo».