Servizi e strutture per rilanciare il turismo

Il successo del marchio Blu-express

Roma capitale del mondo, dei viaggi e del turismo. Con Globe 07 la Travel Exhibition in Rome nella neonata Fiera di Roma sulla via Portuense, ecco l’occasione per fare il punto sul pacchetto turismo nella capitale. Un banco di prova, un passaggio sperimentale per riportare l’attenzione a quella che fino agli anni ’60 e ’70 era la meta più gettonata dei viaggiatori di tutto il globo. Oggi scivolata al quinto posto, l’Italia con Roma cerca di riconquistare il primato perso.
Franco Pecci, presidente e fondatore della Blue Panorama Airlines, la prima compagnia aerea totalmente privata, con voli intercontinentali e internazionali, e scali su Fiumicino, Milano Malpensa e Bologna, punta l’obbiettivo. «L’impresa turismo, nel caso specifico il settore che trasporta dei turisti in una località - spiega - prende in considerazione il prodotto nella sua interezza, vale a dire i servizi offerti e la capacità di accoglienza nei confronti dei suoi visitatori. Sono parametri che, spesso, saltano con Roma. Roma, si dice, ha un valore emozionale. E si pretende che questo basti per piazzarla in prima linea sul mercato. Ma questo spesso si rivela un freno». Pecci insiste su viabilità, servizi, strutture: «La loro carenza e la non perfetta funzionalità - aggiunge - impediscono un fluido movimento del sistema turismo. Da qui bisogna ricominciare». Non basta.
«A livello regionale e nazionale - conclude - manca un reale coordinamento tra i vari enti turistici. Enit, tour operator, catene alberghiere, Regioni, dovrebbero arrivare a un tavolo di concertazione per rimettere in moto ingranaggi». Dal novembre 2005, la compagnia romana ha inaugurato il marchio Blu-express.com, la low cost del gruppo con tappe in Francia a Grenoble, Nizza e a Vienna oltre ai voli casalinghi su Milano, Bari e Bologna.
Con la stagione estiva partirà infine il collegamento con Lampedusa ed è in cantiere (il via a fine aprile) il ponte intercontinentale con la Guinea Equatoriale. La novità più grande arriverà, comunque, nel 2009 quando negli hangar di Blue approderanno i nuovissimi «Boeing 787 Dreamliners», gli aerei del futuro per il lungo raggio di cui la compagnia italiana sarà vettore di lancio europeo.