Servizi non richiesti: risarcita

Sentenza pilota del tribunale civile in materia di servizi non richiesti dall’utente, ma addebitati dal gestore telefonico. Il giudice Lorenza Calcagno ha condannato la Telecom a risarcire la signora Luisa G., che tramite l’avvocato Dario Rossi aveva citato in giudizio la società telefonica, dichiarando di aver chiesto solo l’attivazione di un numero, senza aver mai richiesto i servizi «Tutto 4 Star» e «Memotel», che però erano stati addebitati (34,40 euro per il primo, già rimborsati dalla Telecom, e 38,49, oltre Iva e interessi per Memotel). Rossi ha osservato che nessun vincolo era sorto tra Telecom e utente, visto che non ha valore di consenso il silenzio di Luisa G. (mancata contestazione). Il giudice, ribadito che il contratto esiste se v’è accordo tra le parti, altrimenti è nullo, ha condannato Telecom a liquidare 38,49 euro per Memotel, 500 per danno esistenziale e 800 circa per spese legali e di giudizio.