Servizi sociali, polemica tra Alemanno e Causi

È polemica sulle responsabilità politiche delle difficoltà in cui si dibattono i municipi in particolare nell’erogazione dei servizi sociali. Un tema sollevato ieri dal capogruppo del Pd in Campidoglio Umberto Marroni, che ha sollecitato il sindaco Gianni Alemanno a dire «una parola di chiarezza (...) su come vuole affrontare il tema dei servizi sociali a Roma», dal momento che «il blocco della spesa nei municipi sta determinando la chiusura di numerosi servizi alla persona e sta riguardando anche il pagamento di servizi già resi dalle cooperative sociali e non solo». Alemanno rispedisce al mittente le accuse: «Le attuali difficoltà dei Municipi - si legge in una nota diramata dal sindaco - derivano unicamente dal fatto che la giunta Veltroni aveva previsto nel bilancio 2008 le spese per i servizi sociali soltanto fino alla fine del mese di giugno, lasciando totalmente scoperta dai finanziamenti la seconda parte dell’anno. Questa è l’amara e vergognosa realtà che ci troviamo a fronteggiare e che spiegheremo lunedì 16 alla riunione del tavolo di concertazione con le parti sociali e successivamente nell’assemblea dei presidenti dei Municipi che stiamo per convocare. Solo l’intervento che ci apprestiamo a chiedere al governo Berlusconi può garantire l’erogazione dei servizi sociali e dei servizi pubblici essenziali per tutta la durata del 2008». Ma secondo l’ex assessore comunale al Bilancio, e ora senatore del Pd, Marco Causi, «i finanziamenti per i servizi sociali del Comune di Roma coprivano l’intera annualità del 2008 e non, come dice Alemanno, solo il primo semestre». «Altro è il caso - aggiunge Causi - se si fossero verificati come è spesso avvenuto anche negli anni passati, incrementi di domanda e nel numero degli utenti verso cui corrispondere ulteriori risorse nel momento dell’assestamento. La giunta Alemanno, quindi, non scarichi sull’amministrazione Veltroni responsabilità che non esistono. Si tratta semmai di reperire risorse aggiuntive anche verificando le disponibilità all’interno dei dipartimenti centrali del Comune o all’interno dei fondi regionali». «Purtroppo le affermazioni dell’onorevole Causi sono totalmente prive di fondamento - taglia corto Alemanno -. Lo dimostreremo con la relazione che la ragioneria generale del Tesoro sta preparando».