Servizi, svago e cultura Centosessantamila copie distribuite in 800 punti

Ottomila indirizzi suddivisi in 97 categorie. E 164 pagine stampate in 160mila copie. Sono i numeri di «Milano aperta ad agosto 2005». Da oggi la guida è distribuita in 800 punti della città: uffici dell’anagrafe, biblioteche, consigli di Zona, Infopiont Idropark, Atm point, Vacanze a Milano, Urban center, Iat, Servizi sociali, SpazioRegione, farmacie, panifici, musei e 50 parrocchie. Il vademecum, giunto all’undicesima edizione, è diviso in tre parti. La prima è dedicata ai servizi di pubblica utilità. Divisa per zone, contiene indirizzi, recapiti telefonici e orari. La seconda parte, relativa a cultura e svago, contiene due sezioni: servizi e iniziative. La prima elenca musei, biblioteche, piscine e altre strutture. La seconda riguarda concerti, rassegne e mostre. Indica luogo, giorno, orario, telefono e una descrizione dell’evento. Nella terza parte esercizi commerciali e servizi sono divisi per aree e categorie. I nove capitoli (quante le Zone della città) sono di colore diverso. Alla fine del libretto c’è un questionario dove i cittadini possono esprimere il proprio giudizio.