Un servizio d’amore per le Filippine

Per i meno fortunati del pianeta il futuro può passare anche attraverso l'acquisto di quindicimila sacchi di cemento. Lo sanno bene i Padri Agostiniani Scalzi che agli «ultimi» hanno consacrato missioni tra Sud America e Asia. Nei giorni scorsi hanno lanciato il video «Servizio d'amore per le Filippine», un reportage del giornalista Rai Liguria, Tarcisio Mazzeo sull'isola di Cebu, dov'è attivo, dai primi Anni Novanta, un avamposto a favore dei bambini abbandonati e per la preparazione di nuovi sacerdoti. Ora si vuole costruire un grande complesso per quattrocento bimbi e ragazzi, con scuole, refettorio, camerate, ma anche un laboratorio ittico, un panificio, una tipografia e un'officina meccanica. Dirige tutto Padre Luigi Kershbamer, italiano della Val di Non, formato dagli Agostiniani di Genova del Santuario della Madonnetta. Le prime immagini dei filmato dei reporter Rai riguardano l'inferno del carcere di Cebu. Le parole di Mazzeo e le immagini dell'operatore Tito Mangiante danno il senso di una situazione disperata: migliaia di uomini con in mezzo tanti ragazzi appena adolescenti, che vivono in condizione miserrime. In questa situazione gli Agostiniani hanno allestito i loro "fortini della fede": la Casa Madre a Tabor Hill nella città di Cebu, la casa del noviziato, ad Ormoc, sull'isola di Leyte e la casa di Butan, sull'isola di Mindanao. Ora Padre Luigi vuole costruire una casa per 400 fanciulli senza famiglia che sono ospitati nel carcere cittadino. Attraverso il servizio Rai il missionario chiarisce i termini del progetto: «Servono quindicimila sacchi di cemento per aprire il cantiere. Costano circa 2,5 euro l'uno, senza parlare poi del legname, del ferro e della manodopera necessaria». Insomma l'appello è lanciato. Chi vuole saperne di più può scrivere al missionario, l'indirizzo di posta elettronica è luigik@oadnet.org. Chi vuole contribuire può versare offerte sul conto corrente bancario 4434-80 presso la Banca Carige, agenzia di Masone, Abi 6175, Cab 32020, o sul conto corrente postale 55337059 intestato a Padre Luigi Kershbamer, missione delle Filippine. Per dare più forza all'iniziativa, nei prossimi giorni, il dvd con il reportage di Mazzeo, sarà presentato a Benedetto XVI.