«Servono almeno 4 ore a settimana»

«Portiamo gli studenti a vedere le gare all’Arena, abbiamo appena devoluto 200mila euro al Provveditorato. Ma il vero problema è la mancanza di una legislazione in materia. Non è possibile che i nostri ragazzi passino cinque anni di scuola primaria senza fare attività motoria. Sono dell’idea che ci vorrebbero almeno quattro ore alla settimana divise in due turni. I ragazzi devono tornare in classe stanchi, devono sentire la fatica come se avessero fatto un allenamento vero. Lo sport è l’incudine su cui si forgia l’uomo del domani. Poi c’è il problema delle palestre che devono essere usate anche al di fuori dell’attività scolastica. Se tutti si muovono, questi sono problemi superabilissimi. Se passa la devolution faremo subito una legge, ma questo è un problema che dovrebbe recepire per prima Roma».