Servono più risorse per i grandi aeroporti

Disincentivare la parcellizzazione degli scali e concentrare sugli aeroporti prioritari le risorse disponibili. È la maggiore preoccupazione emersa a conclusione dell’indagine conoscitiva svolta dalla commissione Trasporti della Camera presentata ieri. I più grandi aeroporti italiani - ha spiegato il presidente della commissione, Mario Valducci - «non sono troppi rispetto alla media europea ma è la loro potenzialità di sviluppo del traffico aereo e di efficienza ad essere di gran lunga inferiore». Secondo le previsioni, ha ricordato, il traffico aumenterà da circa 130 a 230 milioni di passeggeri entro il 2020 o il 2025. In queste condizioni, ha concluso Valducci, il sistema «non è in grado di sostenere le considerevoli potenzialità di sviluppo del traffico aereo».