«Servono proposte»

Eklu Koku Jawo Sedomfia, per gli amici Eusebio, è un optometrista togolese, titolare di un negozio in via Rembrandt. In Italia da 18 anni, studi in Africa e specializzazione nel nostro Paese, afferma: «Un convegno degli stranieri per gli stranieri dal quale si esca non solo con parole, ma con fatti e proposte concrete: ecco che cosa mi attendo dall’appuntamento del 1° marzo. Un esempio? Risolvere il problema dell’equipollenza del titolo di studio degli extracomunitari e facilitare l’accesso alla complicata burocrazia italiana a tutti coloro che vogliono aprire attività in proprio in questo Paese».