«Servono risposte al malessere del Norditalia»

In una nota della Sir, l’agenzia di stampa dei vescovi, la vittoria del «no» anche al nord rappresenta per certi versi un voto di svolta con il quale i cittadini italiani hanno rifiutato una riforma così complessa e controversa che cambiava la forma di governo, facendo capire che alla cosiddetta questione settentrionale bisogna dare risposte «di alto profilo nel merito». Allo stesso modo il centrodestra deve cogliere questo momento per affrontare grandi problemi che affliggono il Paese. I vescovi sottolineano come, pur pressato tra la canicola e i mondiali di calcio abbia votato il 53,6% degli italiani: un dato molto significativo. Il risultato è altrettanto evidente. È un chiaro segnale che al cosiddetto «malessere» del Nord è tempo di dare risposte di alto profilo nel merito».