Sessanta candeline per l’Accademia di danza

Ci sarà anche Andrea Morricone, figlio del più celebre Ennio, tra i protagonisti dei festeggiamenti per i 60 anni dell’Accademia nazionale di danza, in largo Arrigo VII, che aprirà al pubblico i suoi spazi in due giorni di mostre, incontri e, ovviamente, spettacoli. Compositore, direttore d’orchestra e autore di colonne sonore - alcune scritte a due mani con il padre - Andrea Morricone, oggi alle 18,30, dirigerà in prima mondiale una composizione di tre brani inediti da lui scritti appositamente per l’Accademia e uno speciale arrangiamento del tema di Nuovo Cinema Paradiso.
Apertosi ieri con feste e appuntamenti vip, proseguirà oggi e domani, dal mattino a tarda notte, e gli organizzatori assicurano che sarà una sorta di anteprima: i festeggiamenti, infatti, continueranno durante l’anno. Obiettivo è raccontare la storia dell’Accademia e dei suoi protagonisti, dagli esordi a oggi. La ricostruzione di sessant’anni di attività è affidata a più mostre fotografiche, che testimoniano il percorso dell’Istituto: dalla fondatrice Jia Ruskaja a Giuliana Penzi, che, da poco scomparsa, ha diretto l’Accademia per venti anni, fino all’attuale direttrice Margherita Parrilla. Non mancano esposizioni dedicate a danza e costumi. Completa lo scenario, la proiezione di un video con filmati storici. A offrire uno spaccato sull’attività odierna dell’Accademia saranno lezioni, esami e prove, straordinariamente aperti al pubblico, oltre a «Performando», serie di happening a sorpresa che vedrà protagonisti gli allievi dell’Istituto. Accanto agli appuntamenti «fissi», sono previsti incontri, presentazioni di libri ed eventi. Oggi Alle 21, spettacolo di danza contemporanea su musiche di Bach, Goldenthal, Mozart, Verdi, Piazzola e Didjane. Domani al tramonto, concerto dell’Ensemble Cornistico Italiano. Per concludere ancora danza, prima con una vera festa. Gli eventi proseguiranno.