Sessanta consiglieri rischiano il giudizio

Sono una sessantina i consiglieri municipali, in carica o non rieletti, insieme ad alcuni dipendenti comunali, per i quali si prospetta una richiesta di rinvio a giudizio nell’ambito dell’inchiesta della procura su presunte irregolarità legate alla presenza alle sedute dei consigli e delle commissioni municipali. Falso e truffa i reati ipotizzati dal pm Andrea Padalino Morichini che in questi giorni ha fatto notificare l’avviso di chiusura indagine agli indagati. Attività, questa, che prelude di norma a una richiesta di rinvio a giudizio.