Sesso, sono italiane le più soddisfatte d’Europa

Il risultato del sondaggio Ipsos su 14mila donne in 14 nazioni. Nel nostro Paese, il 27% delle interpellate vorrebbe più comunicazione con il partner

Marisa de Moliner

da Milano

Le italiane? Tutta passione. Sono le amanti ideali: focose, soddisfatte e comprensive anche quando lui ha qualche défaillance. Le nostre connazionali sbaragliano le donne di altri tredici Paesi che vanno dalla Germania al Messico e dalla Polonia all'Arabia Saudita. A promuovere le italiane sotto le lenzuola è una ricerca dell'istituto di ricerche Ipsos, Sex and the Modern Woman, che ha indagato la vita sessuale di 14mila donne. Le mille italiane interpellate ne escono molto bene. L'82% ritiene il sesso decisamente importante contro il 75% della media europea. A renderlo importante è soprattutto il fatto che migliora e rafforza una relazione. Lo sostiene, infatti, il 67%. Ma ci sono anche altri motivi che rendono il sesso determinante: ha un effetto positivo sulla salute, rassicura e rende attraenti, dà fiducia, piacere e distensione fisica. Tutti questi lati positivi della sessualità fanno sì che le nostre connazionali siano le più contente. E i numeri lo dimostrano: l'82% è soddisfatto mentre le altre interpellate si fermano a quota 80%. Pensando all'anno scorso ben il 64% ha affermato che non ha desiderato una vita sessuale migliore, è dello stesso parere solo il 48% delle donne degli altri tredici Paesi. Tutto bene, quindi, per le italiane? Sì, ma qualche recriminazione l'hanno anche loro. Il 27% per migliorare il suo rapporto di coppia desidererebbe che ci fosse più comunicazione per quanto riguarda la vita sessuale con il partner che vorrebbe fosse più spontaneo. Il 7% individua quale ricetta per migliorare la vita sessuale rapporti sessuali più frequenti.
Nell'indagare sotto le lenzuola, il sondaggio dell'Ipsos è arrivato a identificare un nuovo tipo di donna: la Vitalsexual. Si tratta di donna che dà grande importanza alla spontaneità e alla gratificazione del proprio partner nel rapporto di coppia e che considera sia indispensabile un dialogo aperto. E che accade quando non tutto va bene? Le italiane si rivelano molto comprensive con il partner in difficoltà. Sono pronte a riconoscere il fatto che a creare problemi siano prevalentemente il lavoro e lo stress quotidiano. Motivi, questi, seguiti dai problemi psicologici e da quelli di salute come ipertensione, diabete e patologie della prostata. Le nostre connazionali sono informate sui farmaci esistenti per curare la disfunzione erettile. Ne è al corrente l'80% di coloro che hanno un partner che ne ha sofferto più di una volta e il 63% di coloro che hanno un compagno senza problemi sessuali. Ma quando questi ci sono le italiane non si perdono d'animo e invitano il partner a farsi curare.