A Sesto aperto il nuovo cavalcavia «Vulcano»

Silvia Villani

Per gli abitanti del quartiere Pelucca il cavalcavia Vulcano inaugurato ieri dal sindaco di Sesto San Giovanni, Giorgio Oldrini, non è un semplice ponte.
Il collegamento tra le due parti della città divise dalla ferrovia permetterà agli automobili che ogni giorno provengono dalla Brianza di immettersi su viale Gramsci senza attraversare il centro di Sesto e raggiungere così più velocemente Milano e gli altri comuni dell’hinterland. A due corsie per senso di marcia, il cavalcavia è stato realizzato dal Gruppo Caltagirone a scomputo di oneri di urbanizzazione in seguito alla realizzazione del centro commerciale che a breve verrà inaugurato poco lontano dallo svincolo sestese della tangenziale nord. La nuova arteria andrà a sostituire il vecchio ponte di via Trento che sarà utilizzato solo per il traffico locale e che la giunta sta pensando di trasformare in un nuovo raccordo ciclopedonale per riunire le aree est e ovest della città. Da oggi così tutti i pendolari di Cologno Monzese e Brugherio potranno raggiungere più velocemente la stazione ferroviaria e viale Fulvio Testi. Il ponte rappresenta il primo passo per la realizzazione del cosiddetto «ring», la circonvallazione che collegherà Milano a Monza.
Sono stati inoltre inaugurati la nuova vasca volano per la raccolta delle acque piovane e il collegamento al collettore fognario per liberare il Pelucca dagli allagamenti. Saranno realizzati anche due parchi. Il primo, tra viale Italia e lo svincolo della tangenziale nord, mentre la seconda area verde servirà da collegamento con il parco della Media Valle del Lambro.