A Sesto il record di inquinamento

Il Quartiere 5 in rivolta contro il sindaco: «Qui la salute è a rischio»

È un triste primato quello che detiene il quartiere 5 di Sesto San Giovanni. Dall'ultima indagine realizzata dall'Arpa con una centralina mobile situata in via General Cantore, nel cuore del rione, i tecnici hanno infatti rilevato che l'inquinamento da polveri sottili nell'ex Stalingrado d'Italia è il più elevato di tutta Milano e Provincia. Diciannove giorni su trenta si è verificato il superamento del livello di attenzione. Per questo, i residenti dell’area stretta tra le tangenziali nord ed est, il forno inceneritore e il depuratore dell'acqua si dicono «stanchi dell'indifferenza della giunta di centrosinistra» e promettono battaglia.
In pochi giorni hanno raccolto quasi 300 firme e chiesto che il sindaco diessino Giorgio Oldrini si attivi per incrementare i mezzi pubblici, realizzare più parcheggi di interscambio e piste ciclabili e sia più presente un vigile di quartiere. Nel mirino anche «le false promesse del presidente della Provincia Filippo Penati che promise di eliminare il casello sulla tangenziale». Per il comitato Controtraffico «non è solo un problema di viabilità ma di salute che il sindaco si deve impegnare a tutelare».