Sestri non incassa il mezzo milione

Vincere mezzo milione di euro e rischiare di perderli: dal 26 settembre scorso, come segnala l'agenzia specializzata Agicos, il primo premio della Lotteria della Regata storica di Venezia è in cerca del proprio vincitore, il possessore del biglietto, serie A 05966, venduto a Sestri Levante, in provincia di Genova. Ma poco a più di una settimana dal termine di riscossione e dopo ben 170 giorni dalla pubblicazione del bollettino dei biglietti vincenti sulla Gazzetta Ufficiale, nessuno si è ancora fatto avanti per riscuotere il premio. Se il premio da 500.000 euro della Lotteria di Venezia non dovesse essere reclamato entro il primo aprile diventerebbe la prima vincita di una Lotteria non riscossa nel 2006 e i soldi tornerebbero nelle casse dello Stato.
Il mezzo milione rischia cioè di lasciare Sestri Levante, anche se, ad essere sinceri, probabilmente c’è sempre stato solo di passaggio. Il biglietto vincente infatti è stato venduto dall’autogrill della cittadina rivierasca e quasi certamente deve averlo comprato un automobilista che a Sestri si è fermato il tempo di un rifornimento o di un caffé al bar, anche se non è escluso si tratti comunque di un ligure o addirittura di un sestrese che magari ha fatto benzina proprio prima di uscire al casello di «casa».
Che gli italiani siano dei giocatori distratti, è un dato confermato anche dagli anni passati. Nel 2005 alcuni vincitori delle Lotterie Nazionali hanno infatti «perso» circa 1 milione e 250 mila euro: 745 mila derivanti da premi non ritirati alla Lotteria Italia 2004-2005, tra i quali spiccava quello da 300.000 euro (venduto a Chieuti in provincia di Foggia) ed altri 500.000 euro relativi al primo premio della Lotteria del Carnevale di Viareggio. Nel biennio 2003-2004, invece, non sono stati riscossi premi per oltre 5,1 milioni di euro. Nel dettaglio, nel 2003 gli appassionati hanno dimenticato vincite alle Lotterie per 3,96 milioni di euro, mentre nel 2004 per 1,16 milioni.