Sestri, picchetti alla Fincantieri

Ha registrato adesioni con punte del 90 per cento, secondo la Fiom (ma solo del 50 per cento secondo i dati dell’azienda), il primo dei due giorni di sciopero promosso dal sindacato alla Fincantieri di Sestri Ponente dove è stato effettuato un blocco a tratti violento per impedire l’accesso alle aree di lavoro. «Centinaia di lavoratori del primo turno - precisa in una nota Bruno Manganaro della segreteria Fiom Genova - hanno bloccato il cantiere navale. Con in mano le bandiere della Fiom sono stati presidiati gli scalandroni per accedere alle navi in costruzione e la protesta ha impedito l’accesso ai magazzini e l’arrivo del materiale dalle ditte esterne. Tutta la produzione è stata bloccata, appalti e subappalti compresi». «In questo modo - sottolinea Manganaro - i lavoratori e le lavoratrici di Sestri Ponente rispondono alle proposte aziendali di aumenti di produttività». La Fiom annuncia che lo sciopero sarà replicato con le stesse modalità.