Sete, strasse e «chili» di gioielli: serata di grande stile milanese

«Ho visto i capi di Stato emozionati da un tale spettacolo, sorpresi e ammirati dalla sublimità della musica. Tutto questo non può che far bene alla nostra candidatura all’Expo. E comunque bisogna fare sempre di più perché la concorrenza è agguerrita», diceva soddisfatto Roberto Formigoni. Già sicuro della vittoria, invece, Piergianni Prosperini: «Milano ha già vinto. Scontrarsi con Smirne è come se si dovesse scegliere tra Tina Pica e Sharon Stone con tutto rispetto per Tina Pica». Senz’altro i numerosissimi ospiti stranieri saranno rimasti abbagliati anche dalla bellezza delle signore tanto eleganti e tirate a lustro. La prima ad arrivare è stata Diana Bracco che ha sfidato il freddo, in attesa dell’apertura, solo vestita di una blusa in chiffon. Una volta aperte le porte, la fiumana di gente ha iniziato a fare il suo ingresso tra i flash inarrestabili delle decine di fotografi. Flash meno abbaglianti dei gioielli che le signore esibivano a chili. I più gettonati smeraldi e brillanti, pochi rubini e zaffiri. Paola Trifirò, con un abito verde di Enrica Martinelli, e cappa di velluto nero foderata di seta fucsia («vecchia come il cucco») portava lunghi pendenti alle orecchie di Cartier e un solitario al dito grosso come una mou. «Pezzi unici», ha rimarcato il marito. Pucci Boselli, in nero di Mariella Burani, copriva il collo con un alto collier di 12 fili di perle mentre più giri di perle, ma lunghe, ornavano l’abito della moglie dell’emiro del Qatar. Gioielli antichi per Stefania De Michelis con un abito nero e argento di Chanel, per Tatiana Tabacchi con straordinari smeraldi di Pennisi portati su un abito di Armani, per Claudia Buccellati in nero ricamatissimo di perle, illuminato da grandi orecchini di brillanti. «Prestati da una ricchissima amica di Vittorio», raccontava Sabrina Colle, fidanzata di Sgarbi, in verde di Blumarine. «Così come lo smoking di lui è stato preso in affitto a Roma come le scarpe», continuava. Cerchietto di brillanti tra i capelli per Eliana Miglio, in conturbante rosso Cavalli, rosso Valentino per Rita Rusic e brillanti al collo. Come ovvio Letizia Moratti ha fatto gli onori di casa. «L’abito per la “prima” me lo regala sempre mio marito», raccontava. Ma altrettanta attenzione è stata rivolta a Viviana Beccalossi, elegantissima in nero organza e velluto di Lidia Cardinale.