Settantenne si fa derubare per amore

Doveva essere proprio irresistibile la signora cinquantenne che ha palpeggiato un pensionato di 70 anni, residente a San Fruttuoso, fino a rubargli le chiavi di casa, farsi dire dove abitava per poter, infine, svaligiare appartamento e cassaforte. Sono costati oltre 100mila euro, quei palpeggiamenti, al ricco pensionato genovese che è stato abbordato per la strada dalla fascinosa signora. Fascinosa e impudica, visto che dopo i saluti di pragmatica, si è messa a palpeggiare il pensionato con tutto l’impegno possibile. Così, la mano morta di madame ha raggiunto le chiavi di casa contenute nella tasca anteriore del pensionato. Posizione strategica. Ottenute le chiavi e passate al complice, la donna ha continuato nell’azione manuale finché il pensionato, stremato, le ha raccontato dove abitava. Risultato: quando infine l’anziano signore è tornato a casa ha trovato l’appartamento a soqquadro, derubato di tutto, compresi i 100mila euro nella cassaforte. Agli imbarazzati carabinieri ha cercato di giustificarsi: la carne è debole, a volte debolissima.
Decisamente meno bene è andata a tre signore che tra venerdì e ieri passeggiavano in pieno centro a Genova. Le prime due sono state rapinate della collana d’oro che portavano al collo. In entrambi i casi, il primo in piazza delle Vigne e il secondo in salita dell’arcivescovado, il malvivente era un giovane che si è poi rapidamente allontanato con il bottino. Ieri una settantenne è stata aggredita e rapinata in via Romana di Murcarolo a Quinto. Per difendere la sua borsa è stata strattonata e gettata a terra. Ricoverata in ospedale, ne avrà per 40 giorni.