Sette candidati alle primarie del centrosinistra

Sette candidati, undici seggi aperti per 13 ore, oggi dalle 8 alle 21, alcune migliaia di elettori attesi e 2 euro di contributo minimo per contribuire all’organizzazione. Questi i numeri dell’esordio delle primarie di coalizione a Monza, con cui il centrosinistra lancia la campagna elettorale per il sindaco e vorrebbe tornare una seconda volta al governo della capitale della Brianza. Oggi la città è governata dal leghista Marco Mariani (nella foto) e da sempre è in mano alla destra. Tranne una piccola parentesi di cinque anni, la scorsa legislatura, con Michele Faglia, appartenente alla lista civica Città Persone. Tappezzando la città di manifesti con la scritta «Scegli tu», con toni arancioni, forse perché il rosso non va più di moda o magari solo un portafortuna in ricordo della vittoria di Giuliano Pisapia a Milano, Partito democratico, Sinistra ecologia e libertà e la lista civica Città Persone, oltre ad associazioni e comitati cittadini, da giorni invitano a tutti i residenti ad andare a votare. A partire dai sedicenni, anche se poi non avranno diritto al voto. Attesi ai gazebo anche stranieri, europei ed extra-Cee con permesso di soggiorno. Dei sette candidati, tre sono espressione diretta del Pd e sono Egidio Longoni, Antonella Paciello e Roberto Scanagatti. A cui si aggiungono Marco Riboldi Armando Pioltelli, entrambi del Pd, ma scesi in campo da «indipendenti». Francesco Beretta è, invece, sostenuto dalla Federazione della Sinistra e Silvano Appiani vuol rappresentare valori e progetti della lista civica Città Persone.