Sette milioni di euro per le imprese Ucimu in vista di Emo Milano 2009

La prossima edizione della mostra internazionale della macchina utensile in programma a Fieramilano il prossimo ottobre sarà decisiva per il settore

Dalla fine di marzo le imprese associate a Ucimu-Sistemi per produrre, l'associazione dei costruttori italiani di macchine utensili, robot e sistemi di automazione affiliata alla Confindustria, hanno a disposizione una linea di credito di sette milioni di euro per finanziare la partecipazione alla prossima edizione di Emo Milano, la manifestazione mondiale dedicata al mondo della lavorazione dei metalli, in programma nei padiglioni di Fieramilano dal 5 al 10 ottobre prossimo.
In virtù dell'accordo stipulato da Ucimu-Sistemi per produrre, che ha reso disponibile un fondo di 500mila euro, e attraverso l'intervento di Confidi Province Lombarde, Banca Popolare di Milano e Intesa San Paolo hanno aperto la linea di credito che permetterà alle imprese associate di richiedere finanziamenti a condizioni particolarmente agevolate e vantaggiose.
Obiettivo e finalità dell'operazione sono quelli di offrire uno strumento davvero concreto ed efficace che permetta alle imprese italiane, per lo più di dimensioni medio-piccole - com'è nella tradizione e nella cultura imprenditoriale e industriale nazionale - di partecipare più agevolmente alla prossima edizione di Emo Milano, manifestazione espositiva che si svolge in Italia soltanto ogni sei anni, ruotando con la sede tedesca di Hanover.
«La negativa congiuntura economica - ha affermato Giancarlo Losma, presidente Ucimu-Sistemi per produrre - sta mettendo a dura prova anche le imprese costruttrici di sistemi di produzione, che incontrano difficoltà nel reperire finanziamenti. Il rischio dunque del taglio delle spese destinate alla promozione, qual è per esempio la partecipazione alle mostre, diventa decisamente elevato».
«Da sempre attenti alle esigenze dei nostri associati e certi che Emo Milano sia occasione davvero imperdibile per i costruttori italiani di presentare la propria offerta alla comunità internazionale di settore - ha continuato Giancarlo Losma - abbiamo inteso rendere disponibile un servizio che permetta alle aziende di sfruttare il palcoscenico mondiale universale, evento che, come nessun altro, è in grado di richiamare visitatori da ogni parte del mondo, attratti da un'offerta completa ed esaustiva».
Il mercato della macchina utensile sta attraversando una fase particolamente critica, legata alla grande crisi che investe l'industria in generale e quella che è direttamente coinvolta nell alavorazione dei metalli. Ma le quote di mercato dell'industria italiana di settore sono comunque importanti e particolarmente significative.